Il governo del Myanmar rilascia due giornalisti

Il governo birmano pubblicato il Martedì i due giornalisti della Reuters che erano stati condannati a 7 anni di carcere per la sua segnalazione sul massacro dei Rohingya etnia, a seguito di un'amnistia presidenziale.

Wa Lone e Kyaw Soe sono partiti martedì mattina nella prigione di Rangoon, dove hanno trascorso più di 500 giorni in prigione.

Tenuto nel dicembre 2017, Wa Lone, di 32 anni, e Kyaw Soe Oo, di 28 anni 7 sono stati condannati ad anni di carcere per aver violato la legge delle leggi segreti di stato risalenti al periodo coloniale del paese.

Erano accusati di ottenere i documenti relativi alle operazioni delle forze di sicurezza birmane nello stato di Rakain, una regione nel nord-ovest, dove un'operazione militare brutale di forzato 740 mila Rohingya a fuggire in Bangladesh.

Per gli avvocati Lone Wa Kyaw Soe Oo e la convinzione era stata una punizione per aver indagato sulla strage di 10 Rohingya durante l'intervento dei militari birmani in questa posizione.

Il rapporto dei giornalisti di Reuters sul massacro ha ricevuto il Pulitzer, il più grande premio di giornalismo negli Stati Uniti.

Fonte: AFP

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento