Bolsonaro cancella il viaggio a New York e incolpa di "attacchi"

Il presidente Jair Bolsonaro (PSL) ha annullato il viaggio che avrebbe fatto nei prossimi giorni a New York. A 14 a maggio riceverà il premio "Person of the Year", offerto dalla Camera di commercio Brasile-Stati Uniti.

In una dichiarazione rilasciata questa sera, il portavoce presidenziale Gen. Otávio Rêgo Barros ha dichiarato che la cancellazione è dovuta agli "attacchi" del sindaco di New York Bill de Blasio del Partito democratico, Bolsonaro.

"Il Presidente della Repubblica è grato per l'omaggio proposto dalla Camera di commercio Brasile-USA, scegliendo" Personalità dell'anno "di 2019", dice il messaggio. "Tuttavia, di fronte alla resistenza e agli attacchi deliberati del sindaco di New York e alla pressione dei gruppi di interesse sulle istituzioni che organizzano, sponsorizzano e ospitano l'evento ogni anno, è stata caratterizzata l'ideologia dell'attività", continua la nota segnato da Rêgo Barros.

Il viaggio doveva svolgersi da 13 a 15 a maggio e, oltre a New York, includerebbe un passaggio attraverso Miami. Entrambi sono stati cancellati, dice il portavoce.

Il Museo Americano di Storia Naturale ha rinunciato a ospitare la cena dopo le critiche della comunità accademica. Il sindaco di New York Bill de Blasio del Partito democratico ha detto che Bolsonaro non era il benvenuto in città e lo ha definito razzista, omofobico e distruttivo.

La compagnia aerea Delta, Bain & Company e il quotidiano Financial Times, che era venuto a sostenere il partito, hanno sostenuto questa settimana.

Nello spiegare la decisione, Bain ha detto alla CNN che "celebrare la diversità è un principio essenziale" dell'azienda. Folha de S.Paulo ha rivelato oggi che, con il diniego degli sponsor, il Banco do Brasil avrebbe acquistato quote per la cena.

Questo sarebbe il secondo viaggio di Bolsonaro negli Stati Uniti in meno di cinque mesi. A marzo, il presidente era in viaggio ufficiale a Washington, dove è stato ricevuto da Donald Trump.

Il senatore americano celebra il ritiro attraverso le reti sociali, il senatore democratico Brad Hoylman ha celebrato il ritiro di Bolsonaro dal partecipare all'omaggio pagato dalla Camera di commercio Brasile-USA. "Vittoria: abbiamo affrontato il presidente omofobico del Brasile, Jair Bolsonaro, e abbiamo vinto. Secondo le notizie brasiliane, si ritirò dall'evento al Marriott Marquis e cancellò il suo viaggio negli Stati Uniti.

"L'odio non ha spazio a New York", scrisse Hoylman: il senatore era responsabile dell'organizzazione di una petizione negli Stati Uniti che chiedeva la cancellazione dell'evento che avrebbe ricevuto il presidente, incolpandolo per i suoi attacchi alla democrazia, i gruppi LGBT, ai discorsi della campagna presidenziale del presidente.

Fonte: Uol

Annunci

Leandro | Eur-lex.europa.eu eur-lex.europa.eu

Webmaster, programmatore, sviluppatore ed editore di articoli.

Lascia un Commento