Fonti dicono che i genitori hanno negato cure mediche a Mia per nascondere gli abusi

I genitori nascosero le ossa rotte di sua figlia e altre lesioni causate a causa di abuso costante, rifiutando di portarla in un ospedale per il trattamento, fonti della polizia.

Mia Kurihara, 10, è morto nel mese di gennaio nella sua casa di famiglia a Noda nella Prefettura di Chiba, a quanto pare dopo un episodio di violenza del padre, Yuichiro Kurihara, anni 41.

Circa un mese prima che il suo corpo è stato scoperto, Yuichiro presumibilmente trascinato le braccia di Mia, fracassato la faccia contro il pavimento del bagno e applicato intensa pressione nel torace e dicembre 30 3 faccia a gennaio.

Ha crudamente premuto le sue ginocchia sul suo corpo mentre giaceva sul pavimento, hanno detto le fonti.

Mia ha sofferto di fratture alle ossa del torace e contusioni facciali, ma i genitori non hanno cercato cure mediche, secondo le fonti.

"Abbiamo rigorosamente vietare Mia di uscire e guardarlo per evitare le ferite di essere visto (da qualcuno)", ha detto Nagisa, 31, la madre della ragazza, ha detto la polizia.

Secondo le fonti, alla domanda circa il suo sospetto di violenza contro Mia, Yuichiro ha detto, "non ricordo", "non ricordo" o "Non lo so."

Entrambi i genitori sono stati arrestati con l'accusa di aver causato lesioni alla ragazza.

Nel caso di Yuichiro, la polizia ha inviato documenti ai pubblici ministeri di 15 a febbraio.

La morte di Mia ha guadagnato l'attenzione nazionale dopo si è appreso che un servizio sociale center'd rispedito a vivere con il padre, nonostante il sospetto di abuso e le richieste della ragazza per la protezione dalla violenza.

Fonte: Asahi

Annunci

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *