Antibase Okinawa - governatore eletto pronto a parlare con Tokyo

Il governatore eletto di Okinawa, Denny Tamaki, che si oppone al trasferimento controverso di un'importante base militare statunitense nel sud dell'isola, ha detto oggi che è pronto a parlare con il governo centrale in merito.

"Non ho intenzione di prendere una posizione opposta o il confronto (con il governo centrale) fin dall'inizio," Tamaki ha detto ai giornalisti nella sua casa, un giorno dopo aver sconfitto l'ex sindaco di Ginowan Atsushi Sakima sostenuto dalla coalizione di governo e due candidati. corsa governativa.

"Ho intenzione di scambiare opinioni (con Tokyo) francamente, se ci sono problemi che possiamo prendere in considerazione durante le consultazioni", ha detto Tamaki.

Il primo ministro Shinzo Abe ha detto ai giornalisti nel suo ufficio che il governo considera le elezioni "sul serio" e intensificherà gli sforzi per rivitalizzare l'economia di Okinawa e ridurre l'onere della città ad ospitare le basi degli Stati Uniti.

Il capo segretario di gabinetto Yoshihide Suga ha detto in una conferenza stampa che Abe o vorrebbe incontrare Tamaki il prima possibile "se il calendario lo consente". Ma non ha specificato una data.

Il principale portavoce del governo ha anche sottolineato che il governo centrale non cambierà la sua posizione per tentare di effettuare rapidamente il trasferimento di base, indipendentemente dall'esito delle elezioni.

Tamaki e Sakima erano in lizza per la leadership del sindaco in seguito alla morte dell'ex governatore Takeshi Onaga di cancro ai primi di agosto.

Onaga era uno strenuo oppositore del piano di Giappone-Stati Uniti di trasferire la stazione di aria marina degli Stati Uniti di un affollato quartiere residenziale di Ginowan al distretto meno popolata di Henoko a Nago, sia in Okinawa.

(Base aerea Futenma)

Tamaki ha detto che crede che la sua vittoria rifletta il desiderio del popolo di Okinawa di continuare con la determinazione di Onaga di non costruire più basi nella prefettura.

Il personaggio radiofonico di 58 anni, che è diventato politico, ha ricevuto i voti 396.632, mentre Sakima, 54, ha vinto i voti 316.458. Il figlio di Onaga, Takeharu, membro dell'assemblea cittadina di Naha, sostenne Tamaki.

Il governatore eletto ha detto che sostiene il ritiro della provincia dalla provincia ad agosto per l'approvazione delle discariche necessarie per il trasferimento della base americana, che ha sospeso la costruzione di una nuova base, e un piano per tenere un referendum sulla questione di la sostituzione.

A proposito di 60 attivisti contro antibasismo messo in scena un Lunedi davanti alla porta di Camp Schwab, Marines, che si trova accanto al sito di delocalizzazione a Nago, in una dimostrazione della sua determinazione a bloccare il trasferimento della base con il nuovo leader di Okinawa. .

(Base aerea Futenma)

Kazuo Senaga, il segretario generale della 55 anni di un'organizzazione che chiede la rimozione delle basi Usa a Okinawa, ha detto che la vittoria Tamaki "ancora una volta ha dimostrato la volontà della popolazione locale a respingere le fondamenta."

Il trasferimento di Futenma, prima concordato nel 1996, è stata una questione delicata a Okinawa, che era sotto il controllo degli Stati Uniti tra il 1945 e 1972, dopo la sconfitta del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale. Il municipio ospita la maggior parte delle installazioni militari statunitensi in Giappone e molti residenti vogliono che la base di Futenma venga spostata fuori dal municipio.

Durante la campagna, Tamaki e Sakima hanno chiesto l'immediata chiusura della base di Futenma e il ritorno del sito in Giappone, citando problemi di sicurezza. Ma Sakima non ha chiarito la sua posizione sul suo trasferimento, ricevendo critiche da alcuni elettori.

(Denny Tamaki)

A Washington, un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha dichiarato: "Ci congratuliamo con Denny Tamaki per la sua elezione a governatore di Okinawa e non vedo l'ora di lavorare con lui".

"Gli Stati Uniti apprezza profondamente i contributi di Okinawa all'alleanza USA-Giappone e alla reciproca sicurezza dei nostri due paesi", ha detto il portavoce a Kyodo News.

Tamaki, il cui padre era un membro dell'esercito americano che non aveva mai incontrato, è stato membro della Camera dei rappresentanti per il partito liberale dell'opposizione. È stato sostenuto da altri quattro partiti di opposizione e da un gruppo parlamentare in gara.

Sakima ha ricevuto il sostegno del LDP guidato da Abe e dal suo partner di coalizione, Komeito, con anche il partito dell'innovazione Japan Opositora alle sue spalle.

La costruzione della base è stata sospesa da quando il governo provinciale ha ritirato l'approvazione delle discariche, secondo le istruzioni di Onaga a luglio, rivendicando l'illegalità nel processo di richiesta. I governi locali e centrali sono tenuti a condurre una battaglia legale per la ripresa del lavoro.

(Cantiere americano di base a Henoko, Okinawa)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i tuoi dati di feedback.

0